Armi, l'esportazione va alla grande

2 Ott
E’ una buona notizia per l’industria militare italiana, seconda esportatrice del mondo, dietro gli Stati Uniti:  la domanda di armi leggere è alta, in occidente,  nei paesi mediorientali e in tutto il terzo mondo.
Anche le nostre mine, antiuomo,  sono sparse in tutto il mondo, e proprio anche in Afghanistan.
Teoricamente non si potrebbe vendere armi ai paesi in guerra, ma aggirare l’embargo deve essere proprio facile se sia i soldati americani,
che i terroristi di Al Queda, si trovano ad avere in mano la nostra famosa Beretta. Perchè si è sempre tiepidi sul ritiro delle truppe dall’Iraq e dall’Afghanistan? Una prima risposta sta proprio nella perdita di miliardi di commesse militari!! 
Ripensare alla  riconversione di queste fabbriche della morte,  proprio in un momento di crisi globale come questo, invece che utopistico potrebbe essere invece la proposta d’un diverso modello economico, ma possedere un’arma oltre a dare sicurezza è diventato uno status symbol, a cominciare dai ragazzi delle medie che portano il coltello in classe…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: