Il consenso

12 Dic

Sondaggi: risale il Pdl, scendono Pd e Idv

troviamo su 'http://www.ilfazioso.com/' dell'11 dicembre 2010

tutti i sondaggi pubblicati da inizio dicembre

sondaggi dicembre Sondaggi di inizio dicembre: risale il Pdl, scendono Pd e Idv

Dai precedenti sondaggi di fine novembre si nota la risalita del Pdl e la perdita di consensi di Pd e Idv. Salgono anche Udc e soprattutto Sel, perde quasi un punto Grillo. Il centrodestra aumenta leggermente il suo vantaggio sul centrosinistra. Come è possibile, ci si chiede, che dall’ultimo al penultimo report delle principali case di sondaggi il Pdl vede ritornare in salita i suoi consensi mentre i finiani arrancano. Forse che gli elettori sentono più certezze in un Pdl pieno di scandali, d'un fumoso Fli ondivago e ancora alla ricerca d'una collocazione. Se Fli dicesse chiaramente che sta a destra, in una destra che non vuole più Berlusconi, il suo consenso elettorale si consoliderebbe. Cosa spetta fare al Pd per non franare nei sondaggi è ancora tutto da scoprire!

Annunci

36 Risposte to “Il consenso”

  1. arabescorosso dicembre 12, 2010 a 11:31 pm #

    Se il Pd fosse sempre chiaro e deciso come lo è stato Bersani a Roma sabato, sarebbe fatta!
    Se non fosse che: Bersani raramente è lo stesso di sabato, che le tv intervistano sempre D'Alema & Co. tutti con posizioni proprie, che i parlamentari del PD sono sostanzialmente nominati in quote dagli apparati Ds e Margherita, che i vertici del partito non riflettono la base, che pochi sanno come comunicare e ancora meno cosa comunicare………

    Ma non dispero, prima o poi qualcuno sarà buttato giù dalla poltrona

  2. luigi7 dicembre 13, 2010 a 7:42 am #

    ah certo che se si votasse solo sul web ( splinder, facciadalibro ecc ecc), qui ci sarebbe una dittatura rossa

  3. dalle8alle5 dicembre 13, 2010 a 8:30 am #

    Strano quel 5% di "Altri" citato solo da Ispo.

  4. sherazade2005 dicembre 13, 2010 a 11:23 am #

    concordo con il giudizio di arabescorosso sul pd anceh se alla manifestazione di sabato sono andata e davvero è stata una bella 'antica' sensazione. L'età media??? i 'giovani' avranno avuto 50 anni!
    Io che sono di sxsx ho sempre pensato che la margherita ci avrebbe affossato e demotivato la base. Ci siamo dilaniati nel timore di essere di sx pur continuando a incensare funzionari di partito tutti ex Pci riclicati (VEltroni docet).
    I numeri dicono che solo  tornando ad essere un partito di sinistra con Sel, lasciando a casa i vari Rizzo e Diliberto "forse" ritroveremmo consenso in una basa  giovane, di appartenenza e non fluttuante.

    sheradaunacapitalemeravigliosanelsolegelido

  5. RW2punto0 dicembre 13, 2010 a 1:25 pm #

    Mah… io penso sempre che i sondaggi vadano presi con le molle. Per fare un esempio mi pare che un istituto dia FLi al 5.5, mentre un altro la dia al 10.3, ossia quasi il doppio. Se consideriamo un istituto il PdL è al 26%, mentre se ne consideriamo un altro il PD è al 26.3, cioè leggermente sopra berlusconi. Penso che il momento storico sia molto difficile da fotografare perchè soggetto a frequenti e sostanziali mutamenti. Domani ci sarà un passaggio importante… staremo a vedere…

  6. fracatz dicembre 13, 2010 a 6:01 pm #

    Questi ancora non hanno capito che la gente è stufa.
    A che cosa servono le coalizioni, quando con l'attuale legge elettorale il partito di maggioranza relativa , grazie al premio di produzione, ha il 51 % dei seggi???
    Occorre per forza circondarsi di complici, di pali che facciano la guardia mentre si ruba ??
    Si pensa così di affumicare la mente del bobbolo in modo che manchi sempre il colpevole dei misfatti???
    Mi auguro che chi voglia un cambiamento capisca almeno questo, che siamo in bipartitismo e che chi volesse comannare ci debba mettere almeno  la faccia, rischiando di prendersi le pomodorate o le statuette ricordo.
    pace e bene.

  7. mircomirco dicembre 13, 2010 a 8:37 pm #

    I sondaggi sono come le previsioni del tempo ogni canale ha le sue…..

    buon tutto in prima serata!

  8. laila81 dicembre 14, 2010 a 1:30 pm #

    sondaggi a parte 314 a 311… l'agonia continua… e io vomito…..
    CHE SCHIFO!

  9. camosciobianco dicembre 14, 2010 a 1:43 pm #

    …come ho scritto di là, Berlusconi vince ma l'Italia perde.

    O.

  10. volovivace dicembre 14, 2010 a 3:31 pm #

    i sondaggi sono esercizi retorici.

    conta il voto dei cittadini.

    …camoscio, e chi lo dice, the guardian? o il fatto???

    il berluskaz si dimetterà e si voterà…e mooooolto probabilmente, vincerà.

    è la democrazia che va così.

    fattene una ragione.

  11. utente anonimo dicembre 14, 2010 a 3:53 pm #

    …Volo: perché secondo te 1.867 miliardi di debito sono una nota positiva per il Governo del fare? Secondo te dobbiamo stare allegri anche con un simile fardello?

    O.

  12. volovivace dicembre 14, 2010 a 5:43 pm #

    e tu il debito italiano – ed europeo insieme – lo vuoi far gestire da chi? da didpietro? vendola? bersani? da chi, dimmi…e sulla base di quali proposte, soprattutto.

  13. acquacotta dicembre 14, 2010 a 5:47 pm #

    @arabescorosso
    ma chi fa le interviste? a chi è in mano l'informazione? quando hai una piazza che ascolta puoi comunicare, ma gli altri mezzi ti ignorano comunque

    @luigi7
    ma tu sei l'esempio web non rosso

    @dalle8alle5
    tanto per raggiungere il 100 senza star inventare ancora..

    @sherazade2005
    siamo in italia e tutti i partiti cercano l'ombrello vaticano, con la fifa boia di sganciarsi dal centro

    @RW2punto0
    spesso fuorvianti, usati a proprio uso e consumo,  i sondaggi oltre a dar lavoro a quei 4 che fan telefonate, fotografano un paese di persone superficiali e bugiarde

    @fracatz
    dici che la gente è stufa? forse, senza individuare l'origine del suo male

    @mircomirco
    ma le telefonate e le risposte son vere? quando il primo ministro ci dice che ha lui in mano i risultati dei sondaggi veri, significa che ce ne son di finti?

    @laila81
    non te la prendere. era già tutto scritto: basta far gli acquisti giusti!

    @camosciobianco
    copio la tua equazione: berlusconi poco vince, l'italia poco perde

    @volovivace
    eppure è provato che in prossimità d'una votazione, coi sondaggi si riescono a convincere molti degli indecisi che preferiscono seguire la corrente. i sondaggi lo dicono: vincerebbe ancora berlusconi, troppo sbilanciata a suo favore l'informazione, siamo una videocrazia!

    @camosciobianco
    è un fardello pesante per qualunque governo che verrà, e infatti tremonti sta cercando di spalmarlo coi bond europa

  14. camosciobianco dicembre 14, 2010 a 6:18 pm #

    ..Acqua: il problema principale, quello che ci fregherà ancora per un bel po', è che non siamo credibili. Qualunque soluzione proposta dall'Italia, anche se adeguata e sensata, non sarà mai presa in considerazione. Almeno finché a Roma avremo un aspirante despota a governarci.

    O.

  15. utente anonimo dicembre 14, 2010 a 6:27 pm #

    …Volo: rispondi alla domanda. E' facile: come mai il debito aumenta nonostante ci sia Tremonti alle Finanze e Silvio a governare? Riesci a spiegarlo senza andare a parare come al solito, ossia addebitando il tutto ai comunisti?

    O. 

  16. volovivace dicembre 14, 2010 a 7:11 pm #

    bbberlusconi controlla le tv? videocrazia???

    ma lo dici seriamente???

    mi duole dirlo ma 3monti, con la sua politica socialista o quasi, ha evitato la bancarotta.

    la tua invettiva basata sul debito pubblico, non regge.

    il debpubb mica lo ha inventato il bbberluskaz! o è colpa sua pure esso???

    diciamo che ce lo portiamo sul groppone da decenni.

    nemmeno è un problema esclusivamente italiano.

    colpisce tutta l'europa el'occidente i generale.

    Bruxelles, 6 dic. (Adnkronos/Aki) – L'attuale crisi che ha colpito i paesi dell'eurozona non e' dovuta alla moneta unica europea ma agli elevati debiti pubblici. E' l'opinione del presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker, espressa durante un'intervista alla televisione tedesca Rs.

    il nostro è molto alto ma a differenza di quello inglese o spagnolo, per non parlare degli usa, gli italiani i debiti li hanno con loro stessi.

    però se preferisci ritenere che è colpa del berluskaz che il debpubblico sia di 1800erotti…

    aggiungo io…solo 1800erotti…pensa che sarebbe successo se in piena crisi avesse governato la sinistra o un suo surrogato…

    pe' scrive' la cifra…non ci bastava tutto il server di splinder…

  17. camosciobianco dicembre 14, 2010 a 9:21 pm #

    …Volo:

    Anno 2007. Governo Prodi (il peggior governo di sempre, te lo ricordi?): deficit 104%

    Anno 2010. Governo Berlusconi (il migliore da 150 anni, lo confermi?): deficit 119%.

    Anno 2010 – Mese di Giugno: 1.822 miliardi di Euro di debito
    Anno 2010 – Mese di Dicembre: 1.867 miliardi di Euro di debito. 

    Tra giugno 2010 e dicembre 2010 il debito è aumentato di 45 miliardi. Chi è al Governo ora? Bersani o Berlusconi? Incomincia con la B ma non ha l'accento romagnolo … 🙂

    Annotazione: pretendo ed esigo da chiunque  governi l'Italia (di destra o di sinistra) di risolvere i problemi. Non di aggravarli.

    O.

  18. utente anonimo dicembre 14, 2010 a 9:46 pm #

    pero' dai oggi un bel tapiro te lo meriti… con affetto

    cimarrosto

  19. acquacotta dicembre 15, 2010 a 10:21 am #

    @camosciobianco
    penso anch'io che a cominciare dai tedeschi, noi italiani siamo forse amati ma mai stimati. sentimenti  che si nutrono per dei giullari, dei perditempo…

    @volovivace
    videocrazia pura: è una certezza!

    Quello che è accaduto di grave nei conti pubblici negli ultimi anni è l'azzeramento dell'avanzo primario, in caduta libera dal 1998 col governo di centrosinistra, quasi completamente annullato nel 2006 col governo di centrodestra.
    Solo con la Legge Finanziaria per il 2007, ribattezzata non per nulla da vari analisti "tutta tasse", esso ha ripreso a crescere, attestandosi al 2,7% nel 2007, ma nel 2009 ha segnato un deficit di -0,6% così che Tremonti s'è mangiato pure tutto l'avanzo primario..

    @camosciobianco
    in questi due anno e mezzo abbiamo ascoltato i ministri di questo governo affermare continuamente: il governo ha lavorato bene, ha eliminato il problema dei rifiuti a napoli e nonostante la crisi mondiali ha tenuto in ordine i conti pubblici! ora il disastro di napoli è sotto gli occhi di tutti, non vorrei che anche per l'ordine dei conti domani avremo le stesse dolorose sorprese!

    @cimarrosto
    un tapiro per me?! no, no, è volovivace che se lo merita…..

  20. volovivace dicembre 15, 2010 a 2:47 pm #

    perché me lo merito io?

    meglio tu che credi alla bufola della videocrazia…

    ti faccio un piccolo esempio.

    smentiscimi se ne sei capace.

    però ti faccio una premessa. è vero, l’informazione in italia è distorta da bbberlusconi, dalle sue televisioni e dai suoi giornali.

    gli altri giornali e televisioni, invece, sono assolutamente oggettivi.

    detto ciò, ecco l'esempio. ieri, al tg3, dopo la pagina di politica interna, era la volta degli esteri. il lancio della notizia più succulenta era a proposito della cauzione di assange.

    tutto il servizio – ripeto, tutto, non solo l’incipit, – ha riguardato le ultime “rivelazioni” di wikileaks a proposito di bbberlusconi.

    di assange ho saputo: niente.

    per non parlare dei fotomontaggi de l'unità quando bbberlusconi incontrò obama…

    ma stai tranquilla, hai ragione tu.

  21. mircomirco dicembre 15, 2010 a 4:56 pm #

    I sondaggi sono tutti falsi… infatti non hanno mai beccato un risulatto elettorale reale… ma vengono usati per influenzare i cittadini… per spaventarli o imbonirli…

    beato quel paese che non ha bisogno di sondaggi…
     

  22. volovivace dicembre 15, 2010 a 4:59 pm #

    quanto ai disastri economici prodotti dal berluskaz, non essendo così presuntuoso da pensasre di poter spendere il mio pensiero in merito, mi limito a postare questo.

    Give Silvio Berlusconi some credit. The Italian prime minister, who survived a close confidence vote on Tuesday, has done less badly than his many detractors have feared. On the contrary: the country has held together, Italian banks avoided the worst of the credit bubble, growth of gross domestic product has remained slow but fairly steady, inflation has been moderate, the ratio of government debt to GDP has increased less than in most rich countries and Italians are still buying almost all of the government’s debt (although the spread over Germany has widened sharply).
    Mr Berlusconi’s moral failings, dubious business dealing and political idiosyncrasies are unattractive. But while a less self-interested and self-indulgent prime minister might have made more progress in dealing with Italy’s great institutional problems – political corruption, the permanently weak south, too much tax evasion and organised crime – none of these have worsened much since mid-2001, when Berlusconi started his second period as prime minister. It now looks like he will be in the job for all but two years of the subsequent decade.
    During most of that time, his domestic political position was weak, yet Mr Berlusconi did not resort to financially dangerous budget populism. When the recession hit, he agreed with Giulio Tremonti, his finance minister – backed by a competent, non-political bureaucracy – that Italy could not afford a substantial fiscal stimulus. Some Italians might have preferred wads of borrowed government cash to feel-good rhetoric and headlines about the prime ministerial love life, but investors should be grateful.
    A more attractive alternative would strengthen the case against Mr Berlusconi, but the fragmented opposition can offer neither clear, sound policies nor a more competent leader. The lack of a sell-off at the failure of the no confidence vote – spreads hardly moved – was quite justified.

    indovina chi lo ha scritto?

  23. donburo dicembre 15, 2010 a 9:13 pm #

    E' andata male, ma ci saranno altre occasioni per sfiduciare il Governo…

  24. luigi7 dicembre 16, 2010 a 7:12 am #

    ieri è nato un triumvirato composto da un fascista, un democristiano e un radicale….a questo siete ridotti, allearvi con sta gente qua…è dignitoso tutto ciò?

  25. utente anonimo dicembre 16, 2010 a 7:33 am #

    …Volo: a quanto pare, ti piace vivere a credito, soggiacere al peso dei debiti. A me no.

    Constato che non riesci a rispondere a domande semplici, preferendo svicolare pur di non ammettere che il debito pubblico è aumentato di 45 miliardi di Euro in 5 mesi.

    O.

  26. volovivace dicembre 16, 2010 a 9:30 am #

    camoscio, i numeri sono incontestabili.

    solo che tu leggi solo quelli, imputandoli al berluskaz, e tralasci di considerare tutto quello che ci ruota assieme, ai numeri.

    parlo di una crisi a livello planetario o non te ne sei accorto?

    la spagna sta per fallire, l'inghilterra pure, la grecia e l'irlanda ko, la francia che non ride e la germania che da sola, cerca di non affogare anch'essa. per non parlare degli usa.

    a mio modesto parere, anche se l'italia ha quell'enorme debito pubblico, grazie all'azione di questo governo le cose non sono peggiorate e l'italia, in sintesi, ha retto bene.

    se non tieni conto di quel che scrive reoubblica, tutti gli analisti economici hanno riferito questo.

    pertanto, siccome è difficile credere a me, ho rispsosto postando l'articolo di prima che essendo in inglese, forse non è stato letto o lo è stato male.

    traduco…

    il primo ministro italiano si è comportato meno peggio di quanto dicano i suoi detrattori. il paese è rimasto unito, le banche italiane hanno evitato la crisi creditizia, la crescita del prodotto interno è rimasta lenta ma continua, l’inflazione è moderata, il livello del debito pubblico è cresciuto meno di molti paesi ricchi.

    quindi, assodato che i numeri sono numeri…

    ah, l'articolo è del financialtaims…del 15/12/2010

  27. utente anonimo dicembre 16, 2010 a 9:49 am #

    … Tra il 2001 e il 2006 c'era la crisi? No. Quindi come mai il duo Berlusconi Tremonti non ha ridotto il deficit?

    …dal 2008 la Crisi è diventata l'alibi degli incapaci. Ogni manchevolezza o inettitudine è stata addossata alla Crisi economica come i vari tagli. C'è la crisi, quindi state zitti e non rompete i così detti al manovratore.

    …Tu sei felice come una Pasqua, anche se il debito è di 1867 miliardi. Io, invece, sono preoccupato: perché la politica della cicala (fare debiti per pagare gli interessi sui debiti è a dir poco osceno) ha una visione temporale limitata al tempo presente; para al meno peggio. Non va oltre al quotidiano.

    O.

     

  28. acquacotta dicembre 16, 2010 a 9:58 am #

    @volovivace
    un bel tapiro a casa tua lo vedo bene, perchè nonostante tu sia preparato, colto, intelligente, mai mai che non ti piaccia ciò che arriva dalla tua parte politica. e infatti perchè guardi il tg3, se alla stessa ora hai un bel tg4 rispettoso della verità e di tutti gli orientamenti?

    @mircomirco
    giusto! anche le risposte che ottengono al telefono i sondaggisti sono false, mentiamo tutti, anche a noi stessi, ma i risultati pur falsi servono a trascinare l'opinione di chi preferisce cavalcare l'onda che predomina.

    @volovivace
    ora è giusto quanto scritto su Lex Column del Financial Times? e quando ne scriveva di tutti i colori sul nostro presidente del consiglio era carta straccia? giusto per tutti ricredersi…

    @donburo
    sarebbe l'occasione di dimostrare di saper governare, ma preferiscono fare campagna elettorale dove sono insuperabili, con la legge porcata..

    @luigi7
    l'unione fa la forza?! invece per il momento li vedo deboli, uniti in un progetto comune, ma spogliandosi ognuno della propria identità non perderanno in credibilità!

    @camosciobianco
    quello che fa più male è lo spreco perpetrato, e le opere pubbliche importanti restano sulla carta perchè non hanno capertura…

  29. RW2punto0 dicembre 16, 2010 a 10:11 am #
  30. volovivace dicembre 16, 2010 a 10:12 am #

    non c'era la crisi???

    addò, a paperopoli???

    ma se l'italia, a fine 2003, ha evitato l’avvertimento formale dell’ue solo grazie ad una manovra d’emergenza di entità tale come non la si vedeva da almeno 7 anni, dall'entarta in vigore dell’euro!!!

    una manovra – se non ricordo male – di circa 30 miliardi di euro senza la quale, secondo l’ocse, a fine 2004 l'italia avrebbe registrato un rapporto deficit/pil pari al 3,1%, contro il 2,9% previsto dal governo ( il tetto fissato dalla ue era del 3%).

    non c'era la crisi?!?

    dico, parli seriamente???

    ma se è dal 2001 che tutto va a rotoli in tutto il mondo!!!

    te li ricordi gli appelli promossi dall'opposizione a favore delle "povere mamme" che a causa della crisi, non potevano dare da mangiare ai loro pargoletti perché non trovavano il latte sugli scaffali dei supermercati?!?

    non c'era la crisi, ah, ah, ah…

  31. volovivace dicembre 16, 2010 a 10:17 am #

    acqua.

    se trovassi il tempo di leggere qualche mio post, anche più vecchio dei recenti, non diresti così.

    ho criticato molto il "mio" governo.

    sulla bossi fini, fini giovanardi, testamento biologico…leggimi che forse, propio come il ft…ti ricredi pure tu.

    e se non lo farai, pazienza ma sappi che sbagli x l'ennesima volta e maggiormente, considerando che parli di me e se permetti, l'esegesi di volovivace la si può fare solo conoscendolo meglio.

    diversamente, è fermarsi all'apparenza, attitudine a cui i più preferiscono dedicarsi, evidentemente…

  32. utente anonimo dicembre 16, 2010 a 11:16 am #

    …Volo: e adesso che il "Financial" scrive che Berlusconi è "aggrappato al potere" lo consideri sempre degno di nota?

    O.

  33. scudieroJons dicembre 16, 2010 a 9:01 pm #

    Vorrei far osservare che un confronto tra Berlusconi e un qualunque altro Presidente del Consiglio, di destra o di sinistra, non può essere fatto solo sull'ordine dei provvedimenti economici, che ormai tendono a somigliarsi per tutti, perché vengono ispirati prima di tutto dalle direttive europee.
    Il confronto tra B. e gli altri si deve fare su altri campi e prendendo in esame altro genere di valori.
    B. è un imprenditore che nella sua vita imprenditoriale ha usato tutte le scappatoie che l'abilità dei suoi avvocati gli metteva a disposizione per eludere o infrangere le leggi, e lo ha fatto nella convinzione che non rimanessero tracce dei suoi comportamenti illegali. Da qui nasce la sorpresa e la stizza quando un oscuro P. M. pretende di smascherarlo e di "sfasciarlo".
    Di Pietro aveva imparato a usare il computer e sapeva che i passaggi di denaro lasciano tracce elettroniche.
    Per questo motivo non si può accettare che una persona che abbia pendenze con la giustizia aspiri alla più alta Magistratura dello Stato.
    Inoltre B. col tempo è diventato imprenditore dei mezzi di comunicazione e per questo motivo, anche se fosse un nuovo Padre Pio, non potrebbe ricoprire alcun incarico istituzionale, sia perché nel fare il Presidente del Consiglio potrebbe favorire le sue aziende rispetto alla concorrenza, sia perché con il suo impero mediatico è nelle condizioni di modificare la percezione che i cittadini riescono ad avere del suo operato.
    I suoi giornalisti, e quelli che ha infiltrato nel servizio pubblico, non sono lì a vivisezionare il potere in modo che i cittadini siano garantiti, ma fanno l'opposto, essendo diventati il megafono della sua propaganda.
    Per questo la legge italiana prevede alcune restrizioni per coloro che sono titolari di una concessione pubblica, come l'uso dell'etere per le trasmissioni televisive.
    Solo che in Italia i politici sono per metà stupidi e per metà corrotti. Così Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, non si può presentare alle elezioni, mentre Berlusconi sì, perché lui è il "mero" proprietario.
    E' ovvio che qualcuno ci guadagna da questa cosa scandalosa, e la massa ormai non ci fa nemmeno più caso. Ma la nostra democrazia sta diventando una burletta.
    Ecco perché Berlusconi è il cancro della democrazia.
    Ciao : )

  34. volovivace dicembre 16, 2010 a 9:58 pm #

    camoscio…perché a te…lo doveva dire il ft???

    come il resto…

  35. acquacotta dicembre 17, 2010 a 10:42 am #

    @RW2punto0
    certo che questa fase discendente della parabola berlusconiana è veramente lenta, se ne parla da anni e la fine sembra sempre più lontana!
    grazie comunque di provare a far almeno sorridere……

    @volovivace
    conoscenza da splinder!

    @scudieroJons
    così sono andate le cose, ma è certo che il nostro primo ministro abbia avuto un incarico più grande delle sue forze. dopo essere diventato un importante uomo d'affari non chiari, trovata la via dell'informazione, sorretto da servi concilianti, ha potuto ammaliare l'opinione pubblica che anche dopo tanti anni di prova negativa contina  ad affidargli il consenso!

    @volovivace
    quell'articolo di ft ha fatto contenti molti: anche la russa lo sbandierava felice ieri sera……

  36. utente anonimo dicembre 18, 2010 a 8:57 am #

    …Volo: non ho bisogno dell'imbeccata.
    Basta vedere come è ridotta l'Italia per capirlo. Basta togliersi le fette di salame dagli occhi ed esser un pelino più onesti con se stessi. Perché in fin dei conti chi ci guadagna è sempre uno solo: lui. 

    O.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: